Skin ADV
Comune di Perugia - Benvenuti

  • Processo Partecipativo

  • Ultimo aggiornamento: 05/07/2017 10:31:58





LA DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI STRATEGICI

Nella costruzione del PUMS di Perugia è utilizzata una procedura definita «dialogo strutturato tra stakeholder» che prevede la combinazione di strumenti di confronto e di valutazione delle alternative individuabili quali «priorità» tra gli obiettivi generali del PUMS.

Il percorso si struttura in quattro fasi:

  • Analisi della documentazione e dei dati disponibili, ed interviste ad esperti e testimoni privilegiati per la definizione della Versione preliminare dello Schema degli obiettivi del PUMS

  • Incontri con gli esperti e stakeholder per la definizione della Versione finale dello Schema degli obiettivi del PUMS da sottoporre all’attenzione dei cittadini. In questa fase sono stati realizzati 7 incontri: Tavolo istituzionale “Consiglieri di maggioranza”, Tavolo istituzionale “Gruppi consiliari”, Tavolo “Enti”, Tavolo “Mobilità”,  Tavolo “Imprese e commercio”, Tavolo “Associazioni residenti” e  Tavolo “Associazioni e Professioni” (foto)

  • Valutazione degli obiettivi da parte dei cittadini – Indagine on line

  • Incontri con gli esperti e stakeholder per la definizione della Graduatoria degli obiettivi tematici del nuovo PUMS di Perugia.


I FOCUS SU INTERVENTI LOCALI
La procedura partecipata verrà applicata non solo al caso “generale” di definizione delle priorità del PUMS, ma anche a tre situazioni locali nelle quali si vuole valutare, con il metodo del «dialogo strutturato tra stakeholder», la percorribilità di tre specifici interventi di mobilità. I focus saranno individuati all’interno di 5 nodi critici storicizzati della città, vale a dire:


1. zona di Prepo
, con l’obiettivo di eliminazione di via Palermo dall’itinerario verso Fontivegge, spostando l’itinerario di accesso in un contesto meno urbanizzato possibile, non condizionato da semafori e in cui sia massimizzata la fluidità della circolazione. Per questo studio di fattibilità verranno forniti all’aggiudicatario, quale base oggetto di verifica e miglioria, gli schemi circolatori già redatti dagli uffici comunali;

2. zona Bulagaio: ipotesi di sostituzione della previsione infrastrutturale “Gronda nord” con soluzioni più economiche sia di natura puntuale che a rete;

3. miglioramento accessibilità zona industriale S. Andrea delle Fratte: valutare l’ipotesi di un nuovo accesso da/verso via Trancanelli su via Manna;

4. collegamento Pieve di Campo-via Volumnia (centro abitato di Ponte san Giovanni): individuare un corridoio infrastrutturale, in continuità ed in coerenza con gli interventi stradali recentemente realizzati dall’Amministrazione Comunale, con l’obiettivo di alleggerire l’attuale sottopasso di Pieve di Campo o di avere alternative credibili nel caso di indisponibilità dello stesso in via temporanea o definitiva (es. scenario di calamità naturali o incidenti con conseguenze infrastrutturali);

5. effetti di un eventuale allargamento temporale alle 24 ore della ZTL di Corso Bersaglieri, con verifica della capacità dell’itinerario alternativo Brunamonti-Monteluce-Eugubina.


Puoi inviarci i tuoi contributi direttamente all'indirizzo e-mail pums@comune.perugia.it